BIENNIO AVANZATO – I ANNO

Docenti: Elisa Apostoli, Fausto Cabra, Davide D’Antonio, Lorenzo Trombini, Giuseppina Turra, Patrizia Volpe
Martedì e ogni secondo Venerdì del mese, 21:00-23:00 
35 incontri + 2 stage di perfezionamento – PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA


Spettacolo finale: no
Difficoltà: alta
Richiesta esperienza precedente: sì


Il corso affronta l’osservazione e lo studio delle relazioni che connotano il lavoro dell’attore sullo spazio scenico, a partire alla domanda: in ascolto di cosa l’attore entra in azione?

OBIETTIVI

  • Imparare il controllo del corpo e trovare il “corpo neutro”
  • Creare una connessione profonda tra il corpo e la voce, tra i pensieri e le emozioni che li producono trasformandoli in suono
  • Fornire agli allievi la capacità di “sentire” il proprio corpo fino alle estremità più periferiche

CONTENUTI

  • Training fisico per conoscere meglio il proprio corpo ed usarlo come strumento, per uscire dagli schemi della vita quotidiana ed entrare nella dimensione scenica
  • Contenuti derivanti dalla biomeccanica teatrale di Mejerchol’d (Otkaz: il movimento di rifiuto, di preparazione all’azione; Točka: il punto; Tormoz: il freno)
  • Il “quadrilatero di lavoro”: il proprio corpo; le azioni che il corpo può compiere; il testo teatrale; la drammaturgia
  • Le relazioni nel “quadrilatero” e come agirle
  • Gli attrezzi dell’attore
  • Potenziamento del volume della voce, proiezione nello spazio, chiarezza nella pronuncia

NOTE
Accesso su selezione:

  • 8.09.2020 ore 18:00-23:00
  • 29.09.2020 ore 18:00-23:00