PER CHI VUOLE QUALCOSA DI SPECIALE

In questa sezione trovate una carrellata di corsi che soddisfano tutte le passioni.

CORSO DI SCRITTURA TEATRALE
Conoscere i maestri, uccidere i maestri

Docente: Marco di Stefano
Lunedì dalle 18.30 alle 21.30
15 incontri da 3 ore

Come si scrive un testo teatrale? O meglio… Come NON si scrive un testo teatrale? Il corso vuole fornire agli allievi gli strumenti base della scrittura teatrale e guidarli nella stesura di un proprio testo. Il corso è strutturato in due parti. Prima parte: conoscere i maestri. Conflitto, unità di tempo e azione, divisione in atti, rapporto protagonista/antagonista. Attraverso la pratica della scrittura cercheremo di comprendere la “tradizione” rubando ad autori come Euripide, Shakespeare, Molière. Una volta imparata la tradizione…la uccideremo (se necessario). Seconda parte: uccidere i maestri. Ogni allievo lavorerà su un proprio progetto e insieme capiremo cosa tenere e cosa distruggere della lezione dei nostri illustri predecessori, in modo da avvicinarci a una scrittura del contemporaneo personale senza perdere di vista la tecnica.


CREARE PER LA SCENA

Docente guida: Davide D’Antonio
Co-docente: Giuseppina Turra e Elisa Apostoli
Giovedì dalle 20.30 alle 22.30
Lezione prova: giovedì 4 ottobre alle 21.00
26 incontri + 2 stage di perfezionamento
Massimo 12 partecipanti
Si richiede un’esperienza teatrale già consolidata.

Il laboratorio vuole dialogare con uno dei testi più enigmatici e coinvolgenti della produzione europea: ͞L’intrusa”di M. Maeterlinck (Premio Nobel per la Letteratura). Uno spettacolo in semi-ombra, alla luce delle candele, in cui la fisicità dell’attore sembra svanire mentre le voci, i suoni, le sensazioni diventano concreti ed inquietanti. Forse il primo thriller moderno. L’obiettivo del laboratorio è lavorare sia sulla forza evocativa della parola sia sui sensi come veicolo capace di portare un significato forte e ritrovare ͞le verità più profonde ed invisibili che stanno sotto l’apparentemente insignificante superficie delle cose. Il risultato sarà la riscrittura scenica del testo attraverso improvvisazioni guidate.
È prevista la realizzazione di un esito finale da presentare al pubblico.


TEATRO DI STRADA

Docenti: Daniela Visani e Elena Saorin
Martedì dalle 18.30 alle 20.30
Lezione prova: martedì 2 ottobre alle 18.30
26 incontri + 2 stage di perfezionamento

Il teatro di strada è diretto, scomodo, imprevedibile, sempre diverso; genera stupore e condivisione. Questo laboratorio esaminerà a tutto tondo tale arte: come trovare attraverso il metodo insegnato originalità e autonomia in scena; la strada quale rapporto con gli spazi performativi, le musiche, l’equipaggiamento e la manutenzione degli attrezzi; il pubblico, il contatto e l’interazione con esso. Le tecniche specifiche presentate nel corso incontrano bastone/i, pre-acrobatica, palline, trampoli, bolas.
È prevista la realizzazione di un esito finale da presentare al pubblico.


ATTORE PER IL CINEMA

Docenti: Patrizia Volpe e Alessandro Quattro
Ripresa video: Nicola Zambelli
Mercoledì dalle 20.30 alle 22.30
Lezione di prova: mercoledì 3 ottobre alle 20.30
20 incontri

Il corso è aperto sia a principianti sia a chi ha già praticato percorsi attoriali. Un attore è prima di tutto un attore. Alla base di questa disciplina artistica ci sono elementi che vanno appresi indipendentemente dal mezzo espressivo con il quale andremo a relazionarci. Capacità di ascolto, osservazione, concentrazione, immaginazione, attivazione dei centri emotivi e sensoriali, solo per citarne alcuni, sono strumenti fondamentali per un attore e da qui dobbiamo partire. Ci sono invece aspetti della recitazione come ad esempio l’uso dello spazio o la relazione con il partner che vanno calibrati diversamente perché siano efficaci al cinema e richiedono uno studio specifico. È prevista la presenza di un operatore di ripresa così che il lavoro svolto possa essere rivisto e commentato.


IMPROVVISANDO… MA NON IMPROVVISATI

Docente: Davide D’Antonio
Giovedì dalle 18.30 alle 20.30
Lezione prova: giovedì 4 ottobre alle 18.30
10 incontri

L’improvvisazione teatrale è la parte forse più divertente ed intrigante del teatro, un buon improvvisatore riesce a far ridere e piangere il pubblico col niente. L’improvvisazione viene sempre di più utilizzata da molti registi come parte integrante della creazione scenica, si pensa che sia una cosa semplice, ma è legata a tecniche espressive precise. Il laboratorio ha come obiettivo quello di trasmettere tali tecniche: la conoscenza del gruppo; l’inquadramento teorico dell’improvvisazione attraverso la visione di brevi filmati e la lettura di testi; l’elaborazione delle proprie capacità espressive fisico/vocali, una carrellata delle tecniche più interessanti e l’approfondimento di alcune modalità improvvisative attraverso esercizi pratici. Gli obiettivi sono la creazione di un ensemble attraverso giochi di ruolo, conoscenza e fiducia e la trasmissione degli elementi principali dell’improvvisazione rispetto a spazio, tempo, persona e oggetti.


DANZA, IMMAGINE E SUONO
La poesia dell’invisibile

Docenti: Giulia Gussago, Domenico Franchi e Fulvio Sigurtà
Venerdì 16 novembre, 14 dicembre, 8 febbraio, 8 marzo, 5 aprile dalle 19 alle 22
5 incontri
In collaborazione con Compagnia Lyria

In quale momento l’intenzione diventa atto? Atto creativo. In che rapporto sta l’immaginazione con la produzione di una forma? Il nostro corpo, sollecitato incessantemente da azioni, suoni e visioni, come elabora questi stimoli e quale restituzione ognuno di noi formula? Affrontiamo queste domande attraverso l’esperienza del divenire di un’azione concreta nello spazio e nel tempo visivo e sonoro. Tentiamo di smaterializzare le forme, sfumandone i contorni, per renderle leggere e al contempo potenti, chiare nell’origine e vive nella loro espressione.


STORYTELLING

Docente: Roberto Capaldo
Martedì dalle 18.30 alle 20.30
Lezione prova: martedì 2 ottobre alle 18.30
26 incontri + 2 stage di perfezionamento

I fatti non esistono se non vengono raccontati. I fatti vanno raccontati in modo convincente, altrimenti nessuno ci crede e se vengono raccontati opportunamente potrebbero essere trasformati. Ognuno li racconta a modo suo e quindi esistono tanti fatti quanti sono i racconti. Raccontare è un atto creativo. ͞Il racconto dei fatti determina la realtà ha detto Einstein…quindi bisogna imparare a raccontarli bene! Raccontare è un’Arte che non ha a che vedere solo con le parole, ma con tutti gli strumenti che il suo più nobile contenitore, il teatro, ci mette a disposizione. Proprio questi strumenti verranno indagati e utilizzati durante il corso di storytelling, un percorso creativo e collettivo per permettere ai partecipanti di costruire un proprio racconto, un proprio piccolo e prezioso pezzo di realtà…
È prevista la realizzazione di un esito finale da presentare al pubblico.


YOGA

Docente: Francesca Damiani
Martedì dalle 13.00 alle 14.00
Giovedì dalle 8.30 alle 9.30
Lezione prova: martedì 2 ottobre alle 13.00
26 incontri per ogni giornata

Lo Yoga è una disciplina che insegna a conoscere se stessi e a prendere consapevolezza delle proprie possibilità e dei propri limiti. Yoga significa unione dell’individuo con tutta la sfera universale di cui è parte integrante. È una disciplina straordinaria perché mette la persona in grado di partire da sé, dal suo corpo, dal suo respiro, dalla sua mente, per poter agire su tutto ciò che la circonda. È una pratica adatta a tutti, le lezioni sono strutturate in modo da portare gradualmente il praticante all’acquisizione e al mantenimento delle posture (asana). Attraverso esercizi di preparazione fisica e attraverso il controllo e la consapevolezza del respiro (panayama) l’allievo migliora forza, elasticità e resistenza raggiungendo così uno stato di equilibrio, armonia, benessere e salute.


CANTO

Docente: Miriam Gotti
Giovedì dalle 19.30 alle 22.30
Lezione prova: giovedì 4 ottobre alle 19.30
17 incontri + 2 stage di perfezionamento

Il canto, una pacifica esplosione vitale che può accompagnare la nostra vita. È uno tra i gesti più intimi e profondi che possiamo regalarci. Questo laboratorio offrirà la possibilità di studiare approfonditamente gli strumenti della voce e del canto, integrati tra loro, fornendosi come obiettivo di permettere a chiunque di accedere al proprio canto, liberando la voce, sia attraverso un lavoro collettivo, sia attraverso lavori individuali. Si lavorerà sulla fisiologia della voce, la riscoperta del corpo, e del suo supporto all’apparato fonatorio e del respiro per migliorare l’ intonazione personale e collettiva, migliorare la capacità e il grado di ascolto musicale attraverso esercizi di audiopercezione, si cercherà la tecnica per ampliare l’estensione vocale e permettere alla voce di esprimere colori emozionali diversi. Il laboratorio prevede lavori individuali personali per eliminare i blocchi che impediscono piena libertà al proprio suono Si svolgeranno lezioni di apprendimento di canti polifonici appartenenti a diverse culture del mondo. È prevista la realizzazione di un esito finale da presentare al pubblico.

Follow

Get every new post delivered to your Inbox

Join other followers